E’ stata attivata una procedura gratuita, a carattere del tutto straordinario e limitata nel tempo per tutti gli utenti di BIP Mobile, la compagnia telefonica che il 30 dicembre scorso ha sospeso i servizi di telefonia mobile a 220 mila utenti circa.

A darne notizia è una nota dell’Adoc Puglia, l’associazioni del consumatori, nella quale si legge che a partire dall’altro ieri, 17 febbraio, i clienti BIP Mobile che hanno richiesto ad altro operatore la portabilità del proprio numero, senza averla ottenuta, potranno ottenerla nei prossimi giorni.

 

“Si tratta di una procedura straordinaria – dichiara Cinzia Ligustro, il legale dell’Adoc –, predisposta a seguito delle numerosissime segnalazioni inviate dall’associazione all’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni e pervenuteci da tutti quelli utenti che, pur avendo richiesto regolarmente la portabilità della propria utenza mobile ad altro operatore telefonico, non erano riusciti ad ottenerla sino ad oggi”.

La procedura è pienamente operativa, per cui l’Adoc regionale consiglia agli utenti di attendere ancora qualche altro giorno; ma qualora la portabilità del numero non risultasse effettuata entro il 20 febbraio 2014, suggeriamo di recarsi nuovamente presso il punto vendita dell’operatore mobile prescelto per rinnovare la richiesta.

E’ sempre l’Adoc che si rivolge a chi non ha ancora presentato la richiesta di portabilità “invitandoli a farlo entro e non oltre il 15 marzo prossimo” e inoltre, di avvertire tutti gli interessati che “la maggior parte degli operatori sta provvedendo ad effettuare il trasferimento del credito residuo”.

“E’ utile, infine ricordare – avverte ancora l’avv. Ligustro -, che gli utenti di Bip Mobile hanno la possibilità di ottenere un indennizzo per la sospensione dei servizi telefonici avvenuta senza preavviso e che l’Adoc è a disposizione di coloro che desiderano ricevere informazioni e chiarimenti; oltre alla tutela e all’assistenza per ottenere quanto di competenza, in particolare per chi ha già fatto richiesta di portabilità senza averla ottenuta”.

 

 

Adoc Puglia Dip. Stampa

 

Roberta Longo

Bookmark and Share