COMUNICATELO AL CELLULARE ESTIVO DELL’ADOC PUGLIA 333.786 05 05

Lo scorso anno a tenere banco sulle prime pagine fu la vicenda del traghetto fantasma che doveva collegare Brindisi alla Grecia, e figuriamoci se accadeva viceversa.

A riportare alla memoria la notizia è una nota dell’Adoc Puglia, l’associazione dei consumatori, nella quale si fa presente che quest’anno, finora, nulla di eclatante si è manifestato tranne il caso che circola sui social network dai quali si apprende che per far abbeverare un cane, sopraffatto dalla calura, ci si è fatto pagare la scodella dell’acqua. E così, il 2015 ha compensato l’episodio accaduto nel Salento lo scorso anno quando un esercizio commerciale si fece pagare a parte alcuni cubetti di ghiaccio.


Allora, per questi e tanti altri motivi, è il caso di ricordare, a chi vuol far prevalere la propria vacanza rispetto agli ostacoli, per chi vuole far rispettare i diritti dei passeggeri, per chi non vuole macerare nel dubbio, o peggio, evitare il capovolgersi di responsabilità e passare dalla ragione al torto, ripetiamo, ricordiamo che dal 1° al 31 agosto prossimo sarà riattivato il servizio pronto intervento turista (in sigla PIT) dell’Adoc Puglia.

“Una azione che da anni l’Adoc regionale ripete appositamente per chiunque deve raggiungere la meta della propria  vacanza e non trova ciò che gli avevano fatto credere, oppure ha affittato una casa al mare, o non riesce a ritrovare i propri bagagli, e che rivolgendosi può ricevere tanti consigli, suggerimenti utili per evitare abusi, per non farsi raggirare; o meglio prevenire”, dichiara Aida Viti, il legale che si renderà disponibile per tutto il mese di agosto 2015 rispondendo dal numero mobile 333.786.05.05, dalle ore 10:30 alle ore 18:00.

L’Associazione dei consumatori pugliesi sostiene che si potrà essere distanti anche chilometri ma molto più vicini di quanto si creda, e in tempo reale, non solo per la Puglia ma anche per l’intero territorio nazionale, è pronta a fornire ogni sostegno o a prefigurare ogni soluzione a quanti credono di aver subito un torto, a chi non è soddisfatto del trattamento ricevuto, o a coloro che, per un motivo qualsiasi, avvertono comportamenti o sono attraversati da impedimenti contrari all’attuazione del programma prefigurato o sottoscritto per trascorrere un soggiorno o un semplice week end.

Comunque, il desiderio dell’Adoc è quello di augurare buone vacanze a tutti.

Bookmark and Share