Con l'inizio della settimana, si è concluso l'ennesimo week end di primavera contraddistinto dal classico groviglio di automobili, passeggini, furgoni e pedoni nel centro storico, voluto dall'Amministrazione Comunale.

 

Lecce, in queste giornate di maggio, con gli alberghi pieni, con le famiglie giustamente a passeggio, con migliaia di persone in giro a godere le meraviglie del barocco, si è voluto concedere concesso l'ennesimo sabato di caos.

Invece che lo stridìo delle rondini, i cittadini hanno dovuto ascoltare il rotolare dei pneumatici sui basolati, lo strisciare delle frenate, hanno dovuto zigzagare tra le auto in libero accesso, schivare i pesanti furgoni che – ad ogni ora, impunemente – consegnano merci ai locali del centro storico e annusare le loro scie di gas di scarico.

E' una situazione insostenibile! E' davvero intollerabile che i pedoni, i consumatori, gli acquirenti dei negozi e delle botteghe artigiane, debbano cedere il passo alle auto negli stretti vicoli della città storica, sentirsi ospiti indesiderati in una specie di caotico autodromo senza regole.

Adoc dice basta e invita l'Amministrazione a prevenire gli esiti del Referendum Cittadino che si terrà in ottobre, regalando alla città una Zona a Traffico limitato h/24, 7 giorni su 7, anticipando una scelta sarà inevitabile per Lecce tra qualche mese.

E se proprio ciò non rientra nelle corde di questa Amministrazione, facciamo appello al Sindaco in persona affinché, motu proprio, tenuto conto che i week end di primavera sono i più gradevoli per il passeggio, che la situazione sta assumendo i toni del paradossale, voglia SIN DA SUBITO ATTIVARE LA ZTL PER TUTTA LA GIORNATA DEL SABATO, con una ordinanza urgente.

 

Nel frattempo insieme alle associazioni del comitato “Decidi Tu”, promotore del Referendum cittadino propositivo sulla estensione delle ZTL h24 e 7 giorni su 7, ai sensi dell'art. 18 dello Statuto, Adoc intensifica l'impegno nella raccolta delle firme necessarie, rendendo disponibile la propria sede di via Pietro Palumbo 2 per ogni informazione e per ogni sollecitazione da parte dei cittadini.

Bookmark and Share