E’ un vero e proprio disservizio di proporzioni insostenibili quello che stiamo registrando in queste settimane causato da Poste italiane a migliaia di cittadini brindisini, residenti nel capoluogo, costretti a lunghissime file presso gli sportelli di Piazza Crispi per il ritiro della corrispondenza. Alla disorganizzazione societaria si aggiungono i problemi legati alla riduzione di personale e quindi ad un vero e proprio “servizio alternato” nei quartieri con frequenza inaccettabile. Disservizi e disorganizzazione dovuta anche al fatto che le consegne, quando effettuate, specie nel caso delle raccomandate indirizzate alle attività commerciali o dei servizi, avvengono in orari di chiusura costringendo numerosi cittadini al ritiro presso gli uffici della Società con inutili ed estenuanti attese oltre a costose perdite di tempo. Alle problematiche sopra esposte si aggiungono quelle legate al mancato recapito dei bollettini relativi alle utenze domestiche determinando ritardi nei pagamenti con il rischio di incorrere in ulteriori aggravi di spese. Richiamiamo l’attenzione di Poste Italiane per il ripristino delle condizioni ottimali di svolgimento dei servizi erogati all’utenza nel rispetto degli standard previsti dalla carta dei servizi sottoscritta con le associazioni dei consumatori. Invitiamo nel contempo i cittadini a continuare a segnalare le problematiche riscontrate ed eventualmente in caso di violazioni a ricorrere alle procedure di conciliazione per veder rispettati i propri diritti.

Bookmark and Share