L’Adoc ha predisposto una lettera di messa in mora nei confronti di Banca Popolare di Vicenza e di Veneto Banca, al fine di ottenere il risarcimento dei danni subiti e di valutare l’eventuale azione legale da intraprendere a difesa dei propri diritti. Per Adoc agli azionisti, in fase di vendita, non sarebbero state fornite le informazioni circa l’adeguatezza del prodotto alla profilatura MIFID e al conflitto di interessi dell’operazione, violando gli obblighi comportamentali ed informativi disposti dal T.U. della Finanza (in particolare artt. 21 e ss.).

Per questo l’Associazione ritiene che gli azionisti abbiano subito un gravissimo, inaccettabile e ingiusto danno avendo perso incolpevolmente, non essendo esperti in materia finanziaria ed avendo riposto un legittimo affidamento sulla Banca, i propri risparmi.

Per questo l’Adoc, tramite la sede regionale veneta, invita i clienti che hanno subito un danno dalle banche sopracitate a mettere in mora le stesse. Per ogni informazione e per avviare il procedimento di messa in mora è possibile rivolgersi a:

ADOC PUGLIA – C.so Alcide de Gasperi, 270 – 70125 Bari (BA) Tel: 080.5025248 – 080.5648991 FAX:080.5018967   Email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Bookmark and Share