Le attività offshore a Ravenna al centro dell’incontro per confermare la sostenibilità ambientale

Lo scorso 20 settembre i Presidenti e Responsabili Nazionali Energia di 15 Associazioni dei Consumatori, tra cui l’Adoc, hanno visitato il Distretto Centro Settentrionale di Eni a Ravenna (DICS), nell’ambito del programma di attività promosse da Eni per consolidare una relazione basata sulla trasparenza e sul dialogo con tutte le voci del mondo consumeristico italiano.

Un’occasione anche per affrontare, insieme alle Associazioni temi quali sicurezza e sostenibilità ambientale. Nel corso dell’incontro sono state presentate le performance HSE (Salute, Sicurezza e Ambiente) di Eni, con i rappresentanti delle Associazioni dei Consumatori che hanno avuto anche l’opportunità di visitare una delle piattaforme offshore di Eni al largo della costa ravennate, la Garibaldi C, da cui si produce gas naturale, tra le fonti di energia più pulite attualmente accessibili. Oggi la produzione di gas del DICS è di circa 60 mila barili di olio equivalente al giorno, che rappresenta il 7% della produzione energetica nazionale.

“Apprezziamo la volontà di Eni di avere un dialogo costante con le Associazioni dei consumatori – dichiara Roberto Tascini, Presidente dell’Adoc – una relazione ottimale che permette una migliore valutazione delle attività dell’azienda, in particolare per l’impatto che esse hanno in termini ambientali e di ricadute sui consumatori. Da parte nostra continueremo a spronare Eni a improntare il suo operato sempre più verso la sostenibilità ambientale ed economica e l’accrescimento delle tutele per i consumatori e utenti”.

Bookmark and Share