DEPOSITATI I PRIMI RICORSI PER IL PHOTORED SUPERFLUO DI GIOVINAZZO


2.500 sono le contravvenzioni comminate in soli due mesi ad altrettanti malcapitati dai due Photored F17D installati a Giovinazzo e nei confronti dei quali sono emerse irregolarità nell’installazione; tra cui gli stessi pali su cui sono stati installati e che potrebbero risultare pericolosi e senza un riscontro di adeguati controlli.
“Multe salate e decurtazione di 6 punti dalla patente di guida sono le conseguenze di due strumenti di rilevazione elettronica posti a controllo di un impianto semaforico considerato superfluo, in quanto installato tra una strada a scorrimento veloce ed una arteria minore all'incrocio della statale Giovinazzo-Molfetta”, fa presente  l’Avv. Cinzia Ligustro dell’Adoc Puglia.
I famigerati apparecchi di rilevazione elettronica, installati lo scorso 4 dicembre dalla Italtraff srl di Manduria, stanno facendo strage di ignari automobilisti che in questi giorni, vedendosi notificare un verbale di accertamento per la presunta violazione dell' art. 41, comma 11, in relazione all’art. 146 comma 3 del Codice della Strada, si sono rivolti all'Adoc, l’Associazione dei Consumatori della Regione Puglia, la quale non ha potuto fare altro che depositare i primi ricorsi presso l'Ufficio del Giudice di Pace di Bitonto.
“Sappiamo per certo – fa notare ancora l’Avv. Ligustro – che a seguito del sequestro probatorio dei due Photored, eseguito lo scorso 22 marzo dai Carabinieri di Giovinazzo, è emersa la mancanza del collaudo degli impianti da parte dell’Ufficio tecnico dello stesso Comune, e che al controllo è risultato sprovvisto di tale documento. A ciò si aggiungono tutti i motivi di doglianza legati alla necessità dell’omologazione, taratura e verifica del modello Photored F17D, utilizzato nel caso specifico”.
Per questi motivi l’associazione dei consumatori Adoc propone di inoltrare ricorso al Giudice di Pace competente nel termine di sessanta giorni dalla notifica del verbale.
Per le informazioni del caso sono a disposizione la sede  regionale di Bari in Corso Alcide De Gasperi n. 270, tel. 080/5025248, fax 080/5018967, ovvero l’indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ,  o le stesse sedi di Molfetta, in via Fiume 13/A, nei giorni di lunedì e mercoledì dalle ore 16,30 alle ore 18,00, tel. 080/3349279, e-mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. e quella di Giovinazzo, in Via Balilla n. 5, aperta nel pomeriggio.
   
    Ufficio Comunicazioni Adoc Puglia
        Roberta Longo

                

Bookmark and Share