Parte dal 1° ottobre prossimo la disabilitazione automatica delle chiamate verso le numerazioni a sovrapprezzo: questa la decisione assunta dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni al fine di contrastare i fenomeni fraudolenti collegati, ad esempio, a chiamate verso satellitari, per servizi interattivi a sovrapprezzo, etc..

Ed invero - spiega l’avv. Valeria Massari dell’Adoc Puglia -, con Delibere 97/08/Cons e 348/08/Cons l’AGCOM ha deciso di intervenire radicalmente ponendo un freno agli addebiti ingiustificati e spesso esorbitanti nelle bollette telefoniche dei cittadini di costi relativi ai cosiddetti servizi a soprapprezzo, consentendo agli utenti di telefonia fissa di poter bloccare, gratuitamente, le chiamate in uscita verso particolari tipologie numeriche indicate nelle stessa delibera, tra cui 4…, 166, 899, 0088…”.

Diverse le modalità di disabilitazione a disposizione del cittadino: sbarramento selettivo delle chiamate in uscita, blocco selettivo di chiamata a mezzo codice PIN e blocco permanente di chiamata.

Per tutti coloro che fino alla data del 30 settembre non avranno comunicato espressamente al proprio gestore telefonico la propria scelta o rinuncia, a partire dal prossimo mese verrà attivato in via automatica lo sbarramento selettivo permanente delle chiamate in uscita verso alcuni numeri costosi e a sovrapprezzo, fino a nuovo ordine da parte del titolare dell’utenza telefonica.


Roberta Longo

Ufficio stampa e Comunicazione Adoc Puglia

Bookmark and Share