L’esperienza del Pass, ovvero il punto di ascolto e sostegno allo stalking, attivato dall’Adoc Puglia nel gennaio del 2010, sarà uno degli elementi che caratterizzerà il confronto-incontro tra i cittadini di Bitetto e gli esperti e professionisti che seguono più da vicino il fenomeno delle molestie insistenti.

Infatti, promosso dall’amministrazione comunale di Bitetto e dall’Università della Terza Età “Carpedi3m”, lunedì 14 maggio 2012, alle ore 19:00, nell’ex Convento dei Domenicani (piazza Umberto) si svolgerà un incontro-dibattito dal titolo “Stalking: esistere e non resistere”.

Il tema sarà affrontato dalla dott.ssa Nunzia Santacroce, la quale si soffermerà sugli aspetti psicologici del fenomeno, e dall’avv. Giulia Procino la quale ripasserà le strade disponibili per affrontare il fenomeno dal punto di vista legale.

 

“In questi ultimi giorni, l’acuirsi delle discriminazioni e delle violenze nei confronti delle donne – afferma Nunzia Santacroce -, dimostra come il potere che un uomo, o della stessa società, esercita sulla donna, per metodi e pressioni psicologiche, economiche, giuridiche, politiche, sociale, ma anche fisiche, corrispondono a voleri e sistemi definibili patriarcali. Ovvero, si innestano dei meccanismi che arrivano anche ad annientare l’identità delle donne, le quali sono pervase da atteggiamenti di sottomissione”.

Insomma, lunedì 14 maggio non mancheranno gli elementi, gli spunti e le esperienze per discutere di un fenomeno, qual è appunto lo stalking, quindi di n appuntamento che sarà moderato dalla dott.ssa Anna Rosa Soranno, Presidente dell’Università della Terza Età e che vedrà in Milena Rizzi, consigliera pari opportunità della città di Bitetto, fare gli onori di casa.

All’iniziativa prenderanno parte anche Valeria Andriano, la referente dello sportello Pass, e il Presidente dell’Adoc regionale, Pino Salamon.

 

 

 

D.to Stampa Adoc Puglia

 

 

Bookmark and Share