Sono trascorsi quasi sette mesi dall'entrata in vigore di un'importante novità nel settore del recupero e riciclo dei rifiuti. Infatti, dal 1 maggio 2012 è possibile, grazie ad un accordo tra ANCI e CONAI, conferire negli appositi raccoglitori piatti e bicchieri di plastica monouso, tuttora conferiti nell'indifferenziato per l'assenza di una tempestiva quanto opportuna comunicazione alla cittadinanza. Restano escluse dal provvedimento posate, piatti e bicchieri non usa e getta anche se realizzati in plastica. Si tratta di un'importante novità in quanto la possibilità di ampliare la gamma di prodotti in plastica da destinare al recupero può contribuire in maniera considerevole all'aumento della quantità di rifiuti destinata ad essere recuperata riducendo contestualmente lo smaltimento in discarica. Il recupero dei piatti e bicchieri monouso va effettuato in modo tale da eliminare qualsiasi residuo solido o liquido onde evitare di rendere le fasi di selezione e recupero più gravose e antiigieniche. Benefici ambientali, quindi, ma anche facilitazioni nella fase di selezione da parte dei cittadini e possibilità per il Comune di Brindisi di introitare maggiori guadagni. A tal proposito, l’Adoc provinciale rivolge un appello all'amministrazione comunale, e ai comuni della provincia che non hanno ancora adottato questo importante provvedimento, affinchè si avvii quanto prima una campagna di informazione rivolta ai cittadini dando, quindi, seguito alle nuove modalità di raccolta.

Brindisi , 14 Novembre 2012

UFFICIO STAMPA ADOC

Bookmark and Share