“Siamo stanchi dell’ennesimo aumento previsto nel corso del 2011 sui premi  dell’assicurazione auto. E’, a dir poco, vergognoso è non è più tollerabile chiedere un aumento del 20%”, dichiara Alessandro Scarpiello, Presidente dell’Adoc di Foggia il quale chiede “un freno sugli aumenti e annuncia di scendere in piazza, insieme ai cittadini, per una petizione popolare per protestare contro il caro-polizze che inciderà enormemente sui bilanci famigliari”.

I cittadini devono farsi sentire! Questo l’appello dell’associazione provinciale dei consumatori che propone la sospensione del pagamento del premio così le compagnie si darebbero una regolata.

L’abbandono del Sud, oltre a punire gli assicurati onesti, riduce fortemente i lavoratori del comparto assicurativo.

Devono sapere che Foggia non è un covo di banditi, la fuga è dovuta alla stessa inefficienza delle imprese che troppo a lungo si sono cullate sui facili profitti. “Questo avviene – aggiunge Scarpiello – nella più totale indifferenza della politica, perché chi deve intervenire non interviene. E si ritiene più facile colpire un consumatore onesto che combattere uno disonesto”.

L’Adoc di Foggia, a tale proposito, propone di costituire un comitato anti-frode contro il caro polizze RCAuto, e chiede il sostegno dei cittadini per combattere chi vuole solo speculare.
 
 
Foggia 27/12/2010                 

A cura dell’Adoc Foggia

Bookmark and Share