Quante spese ti chiede la banca? Le loro informazioni ti soddisfano? Hai dei dubbi sul loro comportamento? Queste e altre considerazioni rientrano in un monitoraggio sugli istituti di credito aderenti al consorzio “Patti chiari” che vede l’Adoc Puglia coinvolta in una intesa con l’Abi, l’Associazione delle Banche Italiane, al fine di verificarne le condizioni.

“Da oggi, e fino a giugno prossimo – sottolinea Aida Viti, la referente dell’Adoc regionale -, è prevista la fase pilota durante la quale tutti i cittadini-utenti che ritengono di non veder rispettati gli impegni assunti dagli istituti di credito, dove è attivo il proprio conto, possono contattare o rivolgersi alla nostra Associazione per compilare un modulo indicando, in particolare, la filiale e il motivo del reclamo. L’Adoc provvederà ad inoltrarlo all’Abi per le conseguenti valutazioni”.
Il monitoraggio riguarda i vari impegni assunti come un confronto tra conti correnti ordinari, piuttosto che quelli per un cambio del mutuo; oppure, ostacoli per la trasferibilità automatica di questi ultimi, o l’informativa dovuta per le commissioni dei bancomat utilizzati sugli ATM. O, anche, il rispetto dei tempi per la chiusura di un conto corrente, la trasferibilità automatica degli addebiti, errati/non autorizzati, sulle carte e per una non adeguata informazione sugli investimenti.
Si tratta di un pacchetto di impegni che gli istituti aderenti al consorzio “Patti Chiari” devono accettare in blocco; non solo per rispettare l’accordo con i consumatori, ma anche per il pressante invito dell’Antitrust ad autoregolamentare i comportamenti delle banche nell’intento di migliorare la propria immagine.
Infatti, non va dimenticato che nel momento in cui è scoppiata la crisi, 57 titoli tossici rientravano tra quelli ritenuti sicuri ma che, viceversa, hanno contribuito a ridurre la loro credibilità.
Quindi, presso la sede dell’Adoc Puglia, a Bari, in Corso A. De Gasperi n. 270, o connettendosi al sito www.adocpuglia.it è disponibile il modulo necessario da compilare come richiesto dall’Abi “e che non resterà lettera morta - assicura Aida Viti -. Anzi, invitiamo i cittadini, i consumatori ad esporre e rendere note le difficoltà che avvertono nel rapporto con la propria banca al fine di monitorare al meglio il progetto immaginato per assicurare trasparenza, correttezza e concorrenza da parte delle Associazioni dei Consumatori che intendono verificare sul campo il livello di attenzione e di fiducia che gli istituti aderenti riservano ai propri utenti”.
 
 
Roberta Longo
Ufficio Stampa Adoc Puglia
 
-------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
 
Modello per il monitoraggio clicca sul titolo
 
Adoc

Associazione per la Difesa e l’Orientamento dei Consumatori Sede della Puglia (Bari – C.so A. De Gasperi n. 270 – tel 0805025248)
Monitoraggio dei reclami delle banche aderenti al Consorzio “PattiChiari” pervenuti alle associazioni dei consumatori.
·         Nome e Cognome del cliente…………………………………………………..
 
·         Istituto bancario………………………………………………………………
 
·         Indicazione della filiale alla quale è rivolto il reclamo………………………
 
·         Data e luogo di presentazione del reclamo …………………………………….
 
·         Motivo del reclamo…………………………………………………………………………………..
               ………………………………………………………………………………………………………
              ……………………………………………………………………………………………………….
 
 

 
Bookmark and Share