Con la presenza in Italia di oltre 60 milioni di carte, gli strumenti di pagamento sono entrati nel quotidiano e richiedono un utilizzo sempre più consapevole da parte dei consumatori. Per questo motivo si è svolto presso la Camera di Commercio di Bari un incontro sul tema del corretto uso di carte di credito e carte di bancomat.

Bari, 18 maggio 2010 – Si è svolto oggi, presso la Camera di Commercio di Bari, un incontro di educazione finanziaria volto a favorire un uso corretto e informato delle carte di credito, di debito e prepagate dedicato alle persone meno informate e che risultano essere le più esposte a fenomeni di sovraindebitamento. L’incontro, aperto a tutti i cittadini, è stato promosso da UniCredit Group e dall’ADOC (Associazione Difesa Orientamento Consumatori) nell’ambito del progetto “Noi & UniCredit” che in tutta Italia sta mettendo insieme banche del Gruppo UniCredit e associazioni dei consumatori in una vasta opera di informazione sulle principali tematiche riguardanti il rapporto tra i consumatori e le banche. All’incontro è intervenuto il condirettore commerciale Famiglie e Privati di UniCredit Banca di Roma, Marco Profeti, mentre l’Adoc era rappresentata dal presidente regionale Pino Salamon e dall’avvocato  Giulia Procino.

 “In Italia – afferma Marco Profetioramai ci sono più carte di credito che abitanti. Abbiamo infatti superato i 60 milioni di carte e questo inevitabilmente si traduce nella necessità di un utilizzo consapevole e informato da parte dei consumatori. Al fisiologico aumento del rischio frodi si contrappone un incremento del livello di sicurezza garantito dalle tecnolgie informatiche che mettono a disposizione semplici accorgimenti di cui gli utenti devono essere messi al corrente. Per questo motivo reputiamo fondamentale la cooperazione con l’Adoc nell’organizzazione di questi momenti formativi che aiutano ad illustrare da un lato le opportunità generate dall’utilizzo delle carte di pagamento e dall’altro i rischi legati alla circolazione del contante che è un fenomeno ancora molto diffuso nel Sud Italia. L’organizzazione di eventi come quello di oggi a Bari è quindi da considerarsi parte integrante della missione di una banca del territorio come UniCredit”.

Secondo Pino Salamonle regole per un corretto uso delle carte sono poche, ma spesso i consumatori non prestano attenzione. L’esigenza di creare momenti di incontro come questi, nasce proprio dall’esigenza di essere vicini ai cittadini; e quello odierno tenuto con l’ausilio di UniCredit Group è finalizzato alla formazione di chi si distrae o non ha dimestichezza con le carte di credito e carte di debito, considerate sempre più uno strumento di pagamento quotidiano. Per effettuare pagamenti elettronici senza spiacevoli sorprese – prosegue il presidente Salamon - è sufficiente seguire qualche utile consiglio, qualche necessario accorgimento come ad esempio quello di memorizzare il codice pin per non portarlo a spasso nel portafoglio insieme alla carta, o quello di invitare i commercianti di pretendere sempre la visione di un documento di riconoscimento. Inoltre oggi, con i servizi di SMS alert, cioè i messaggi sul telefono che ci informano di un’avvenuta transazione, è possibile essere ancora più sicuri, basta attivarli”.
L’iniziativa rientra nel progetto “Noi & UniCredit” lanciato a luglio 2008 in occasione della firma dell’Accordo Quadro tra UniCredit e 12 Associazioni dei Consumatori, per rafforzare la relazione tra la banca ed i consumatori, in un’ ottica di responsabilità d’impresa. Nello specifico, l’incontro integra la più vasta opera di informazione che l’Adoc svolge nella regione in collaborazione con UniCredit. Infatti, l’associazione dei consumatori è presente all’interno delle filiali della banca con un apposito “desk consumatori” attraverso il quale un esperto fornisce informazioni e orientamenti su argomenti che interessano gli utenti e i cittadini.
Bookmark and Share