“Prenditi cura del tuo danaro”, è l’invito che l’Adoc Puglia rivolge ai cittadini di Molfetta con l’iniziativa pubblica che avrà luogo domani, 1° dicembre, a palazzo Giovene.

 

 

“Giovedì prossimo – spiega Vincenza Ligustro, legale dell’Adoc e referente della sede locale della stessa associazione -, vogliamo incontrare i cittadini per suggerire loro quali sono i metodi, i criteri, gli accorgimenti per aiutarli ad assumere decisioni consapevoli sui mutui, sulla scelta delle carte di credito, sull’applicazione dei tassi di interesse. In breve, si tratta di un percorso di incontri che l’associazione ha promosso sull’intero territorio italiano in collaborazione con il consorzio Patti Chiari”.

L’iniziativa non si limita all’esposizione di un codice di comportamento, ma intende raccogliere indicazioni dai cittadini sull’offerta proposta dal proprio istituto di credito, e se questo chiede commissioni a vanvera, se pretende il pagamento di una commissione per il ritiro del danaro contante; oltre ad essere disponibile ad accogliere reclami, ascoltare le difficoltà, apprendere le carenze e i disservizi, a registrare opinioni e altri disagi anche per permettere all’associazione di presentare osservazioni e proposte allo stesso consorzio per migliorare il rapporto banca-utente.

Quindi, l’appuntamento è per giovedì 1° dicembre, dalle ore 17 alle ore 19:00, presso la Sala Stampa del palazzo Giovene, in piazza Municipio a Molfetta, “dove l’Adoc farà di tutto, anche in questo terzo incontro, – precisa l’avv. Ligustro -, per far scoprire ai cittadini come si può stilare un bilancio famigliare, o tenere sotto controllo le proprie risorse economiche; oppure quali servizi fornisce un conto corrente e come e quando utilizzare l’internet banking. O, ancora, come si trasferisce un mutuo o quali sono i fattori di rischio da valutare prima di effettuare un investimento”.

E’ superfluo aggiungere che l’iniziativa non prevede secondi fini, quindi finalità commerciali ed è organizzata in collaborazione con l’Adoc Molfetta con sede in via Fiume n. 13/A.

 

Roberta Longo

Ufficio Stampa Adoc Puglia

Bookmark and Share