Buona parte dei documenti che abbiamo in casa (bolletta, ricevuta o quietanza che sia) ha un tempo di conservazione minimo entro il quale l’autorità di riferimento può richiederle al consumatore come giustificativo delle spese. Oppure le stesse possono essere usate dallo stesso consumatore in caso di controversie.

 

Di seguito l’utile vademecum dell’Adoc con l’indicazione dei tempi di conservazione obbligatoria dei documenti a seconda della tipologia.

 

SPESE PER CASA

 

Bollette domestiche (acqua, gas, luce, telefono): 5 anni

 

Canone Tv (ricevute): 10 anni

 

Affitto (ricevute): 5 anni

 

Condominio (ricevute): 5 anni

 

Tassa nettezza urbana (TARSU/TIA/TARI): 5 anni dall’anno successivo a quello di pagamento o di obbligo di dichiarazione.

 

TASSE & TRIBUTI

 

Giustificativi spese da detrarre (es. parcelle mediche): 5 anni a partire dall’anno dopo la dichiarazione di riferimento

 

Quietanze pagamenti tributi (es. mod.F24, Ici/Imu): 5 anni a partire dall’anno dopo la dichiarazione di riferimento

 

Tassa di circolazione (Bollo auto): 3 anni a partire da quello successivo alla data di scadenza

 

Dichiarazione dei redditi: 5 anni a partire dall’anno successivo a quello della presentazione della dichiarazione.

 

N.B. In caso di ristrutturazioni edilizie o riqualificazione energetica, poiché la rateazione delle detrazioni è su 10 anni, la documentazione per chiedere le detrazioni dovrà essere conservata per 10 anni più 5, per un totale di 15 anni.

 

BANCARI

 

Estratti conto: 10 anni

 

Mutui: 5 anni dalla scadenza della rata singola

 

Cambiali: 3 anni dalla scadenza

 

Titoli di Stato: 5 anni dalla scadenza

 

SPESE VARIE

 

Multe (ricevute pagamento): 5 anni

 

Addebiti operatori mobili: 10 anni

 

Assicurazioni (quietanza polizze): 1 anno dalla scadenza | 5 anni per fini fiscali

 

Scontrini d’acquisto: 2 anni

 

Pernotti alberghi (ricevute): 6 mesi

 

Rette scolastiche/corsi sportivi: 1 anno | 5 anni per fini fiscali

 

Fatture professionisti/artigiani: 3 anni

 

Spedizioni/trasporti (ricevute): 1 anno | 18 mesi per trasporti extra Europa

 

Atti notarili (es. rogiti): per sempre

 

Bookmark and Share