I consumatori sollecitano le compagnie a venire incontro alle nuove esigenze di comunicazione

Le esigenze dei cittadini e quindi la domanda di servizi di telefonia e connettività mobile possono essere molto variegate.

Dall'anziano che ha necessità di sentire i propri figli che vivono lontani, all'imprenditore che ha bisogno di sentire i propri collaboratori con molta frequenza. Per questo gli operatori telefonici offrono diverse soluzioni: pacchetti che comprendono minuti per chiamare, traffico internet per navigare e ancora promozioni dedicate ai più giovani o rivolte agli over 60.

 

Un settore forse poco conosciuto e poco analizzato è quello dei servizi di telefonia per i cittadini immigrati che risiedono stabilmente sul nostro territorio, che hanno esigenze molto precise e necessitano quindi di offerte mirate. Adoc, questa volta, ha voluto focalizzare la propria attenzione alle proposte dei maggiori operatori sul mercato italiano verso i cittadini immigrati il cui numero è sempre in aumento e ha raggiunto a gennaio 2016 (dato Istat) i 5.026.153, ovvero l'8,3% della popolazione totale residente.

Il cittadino immigrato ha necessità (e potremmo dire il diritto) di sentire i propri cari senza dover spendere un patrimonio anche per colmare – seppur telefonicamente – quel senso di distanza dai propri affetti che naturalmente si vive risiedendo in un altro Paese. Si può dire che l'accoglienza di un Paese passa anche da quanto si riesca a facilitare i cittadini immigrati nel mantenere relazioni con il proprio paese d'origine.

Ebbene Adoc ha analizzato le offerte dei vari operatori telefonici (H3G, TIM, Poste Mobile, Wind Tlc, Fastweb, Coop Voce)  rilevando che – tranne che per H3G che sembra non avere alcuna offerta specifica per questo segmento di mercato - vi sia una certa attenzione per i consumatori stranieri. TIM, ad esempio, riserva una sua offerta esclusivamente a cittadini con codice fiscale terminante con finale straniero.

In generale l'offerta del mercato italiano si differenzia tra: 1) pacchetti abbinabili a offerta nazionale con tariffe a consumo piuttosto convenienti, differenti a seconda del paese scelto (Poste Italiane e Fastweb); 2) tariffe che comprendono un certo numero di minuti mensili per chiamate verso 33 paesi individuati (TIM, Wind, Vodafone) o genericamente verso numerazioni a prefisso internazionale (Coop Voce).

Da Adoc parte una sollecitazione agli operatori ad orientare sempre più socialmente le loro scelte commerciali, anche facendo partecipi le stesse rappresentanze degli immigrati nelle scelte e andando sempre più incontro a chi ha più esigenze di connettività verso l'estero.

Per completezza informativa e senza la pretesa che questo costituisca un quadro esaustivo, Adoc riporta uno specchietto con alcune delle offerte in corso di validità rilevate dalla nostra operatrice e destinate ai cittadini.

 

Nome operatore

Nome promozione

Caratteristiche

Prezzo

COOP VOCE

No frontiere

500 min

FASTWEB

Offerta abbinabile a promo nazionale con tariffa variabile a seconda del paese scelto

_

_

H3G

Nessuna offerta dedicata momentaneamente

_

_

POSTE ITALIANE

Offerta abbinabile a promo nazionale con tariffa variabile a seconda del paese scelto

A partire da 1 cent al minuto e 29 cent di scatto alla risposta

TIM

International 1000 Super

700 min verso nazionali

300 min verso estero

Illimitato Tim

10 GB internet

9.99 €

VODAFONE

C’all Super

500 min verso tutti fissi e mobili nazionali

300 min verso estero

illimitato Vodafone

4 GB internet

10 €

WIND

Call Your Country Super

500 min verso tutti

150 min verso estero

illimitato Wind

8 GB internet

10 €

Bookmark and Share