E’ semplice e gratuito sostenere l’Adoc che assiste e tutela i consumatori e i cittadini. Quindi, anche quest’anno è possibile destinare il cinquexmille dell’imposta sul reddito a finalità di interesse sociale. “Un gesto facile e gratuito – dichiara Laura Natile dell’Adoc Puglia - che non entra in concorrenza con la donazione dell’ottoxmille se si decide di far convergere un contributo sull’Ente di utilità sociale di riferimento preferito. L’8, come il 5x1000, sono due scelte diverse che convergono su di un unico obiettivo: assicurare un minimo di contribuito a chi si occupa del bene e delle esigenze della collettività”. L’Adoc, Associazione per la Difesa e l’Orientamento dei Consumatori, risulta tra gli Enti che possono accedere al 5x1000 perché impegnata a sostenere la tutela dei diritti dei cittadini attraverso progetti mirati che, altrimenti, non si riuscirebbero a portare a compimento. Progetti per i quali si è chiamati a svolgere un’attività di divulgazione con sedi e sportelli sempre più capillari sul territorio, per poter assistere meglio i consumatori e far valere la loro voce per migliorare leggi, norme e comportamenti. Così come, si incrementerebbero le iniziative utili per le finalità sociali che l’Associazione persegue senza fini di lucro.

Destinare il cinquexmille è molto semplice: è sufficiente firmare nell’apposito riquadro del CUD 2010, del mod. 730/2010, per i redditi del 2009, o del mod. Unico per le persone fisiche 2010, e trascrivere nell’apposito spazio il codice fiscale 96112810583.
Per sapere di più sull’attività e il ruolo dell’Adoc, vai ai siti www.adoc.org e www.adopuglia.it.
 
Roberta Longo
Ufficio Stampa Adoc Puglia
Bookmark and Share