In questi primi quindici giorni di agosto, gli operatori che gestiscono il numero di telefonia mobile dell’Adoc Puglia, 333.7860505, hanno ricevuto decine e decine di denunce e segnalazioni di turisti che, incolpevoli, hanno subito disservizi al loro arrivo nei luoghi di villeggiatura e atteso ore o rinviato il viaggio per ritardi e per la cancellazione di voli senza alcun preavviso.

E’ desolante constatare come ogni anno si ripetono e si moltiplicano le inefficienze delle compagnie aeree e degli scali aeroportuali, oppure la sfacciataggine di operatori turistici che provano ad imporre il loro punto di vista.

In Puglia, come in altre regioni d’Italia, e con qualche caso anche oltre confine – dichiara Pino Salamon, presidente regionale dell’Adoc -, non si usa più dire il cliente ha sempre ragione”.

Così – ricorda l’avv. Anna Paparella, che coordina l’attività del servizio Pronto Intervento Turista -, accade che un gruppo di otto persone ha raggiunto Rodi con due giorni di ritardo, che un albergatore del Trentino neghi la mezza pensione per una settimana ad una consumatrice perché il clienti si contano sulle dita di una mano. O, ancora, che un’agenzia di viaggi pretende una penale di 1.500,00 € per un contratto mai sottoscritto”.

Questi e altri episodi, incomprensibili e intollerabili, insieme ad una notevole quantità di segnalazioni per vari disagi che i turisti, di transito come gli stanziali, e che qualche amministratore del Salento ammette (leggasi Gallipoli e Porto Cesareo), giungono quasi quotidianamente al numero di telefonia mobile, 333.7860505, che l’Associazione dei consumatori pugliesi rimarrà attivo tutti i giorni, fino al 31 agosto prossimo, dalle ore 10:00 alle ore 18:00.

Va ricordato che il numero è disponibile per l’intero territorio nazionale.


 


 

Ufficio Comunicazione Adoc Puglia

Roberta Longo


 

 

Bookmark and Share