Mentre la Commissione Europea ha indicato il 2013 come “l’Anno Europeo dell’Aria”, a Lecce ancora si discute se le auto debbano o meno transitare nel cuore  antico della città, affumicando turisti e residenti.

 

 

Ancora oggi le auto scorrazzano indisturbate nel centro storico, costeggiando l’Anfiteatro Romano e infilandosi tra Palazzo Carafa e il convento dei Gesuiti! E’ come se a Firenze le auto vagassero tra gli Uffizi e Piazza della Signoria!

Lecce ha solo 0,31 mq/ab di estensione dell’isola pedonale e solo 0,17 mq/ab di ZTL, penultima in Italia tra le medie città (dato Rapporto Ecosistema Urbano 2012, Legambiente).

L’estensione dell’area pedonale che – dopo gli ambientalisti - anche gli esercenti commerciali del centro ora cominciano a reclamare, è una priorità indifferibile per Lecce, città dove sembra che nulla cambi, impermeabile alle buone prassi europee che altrove si stanno sperimentando già da anni.

La pedonalizzazione totale del centro storico e la pedonalizzazione della zona di Piazza Mazzini, per l’Adoc Lecce che lo ripete da anni, restituirebbe decoro e vivibilità ad una città che soffre stretta in un morsa di traffico. I sondaggi che circolano in città dicono che i tempi sono maturi per procedere subito, evitando che gli interessi di pochi insensibili prevalgano sulla volontà collettiva. E non ci si trinceri ancora una volta dietro la presunta mancanza di parcheggi!

L’Associazione dei consumatori ricorda che più di un anno fa, in data 23.04.2012, il Sindaco si era impegnato per iscritto a reperire le risorse per realizzare un parcheggio multipiano in zona ex Foro Boario (zona nord della città) e in corrispondenza dell'accesso sud della città (zona imbocco della statale per Maglie). A tutt’oggi non si ha notizia di progetti di tal fatta in quelle zone.

Lo sportello dell’Adoc, con sede in Lecce alla via Pietro Palumbo 2, nei pressi di Viale dell’Università, è aperto a disposizione nei seguenti orari: lunedì, martedì e venerdì dalle ore 11,00 alle ore 13.00, e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

 

Bookmark and Share