gli impegni sottoscritti devono essere rispettati

 

Il 23.04.2012, a pochi giorni dalle elezioni, presso la sede dell’Adoc e alla presenza degli organi di stampa, l'allora candidato e attuale Sindaco Perrone, sottoscrisse alcuni impegni amministrativi precisi, dei punti qualificanti proposti, che prioritariamente le associazioni dei consumatori avevano a cuore per la città. Vediamoli:

1) Il Sindaco si era impegnato (pur rifiutando di sottoscrivere qualsiasi impegno sui tempi) a realizzare un parcheggio multipiano in zona ex Foro Boario (zona nord della città) e in corrispondenza dell'accesso sud della città (zona imbocco della statale per Maglie);

2) Si era impegnato altresì a realizzare un nuovo parco per Lecce e a realizzare una piattaforma, un sistema integrato per la cultura che, pur nella indipendenza e nella loro specificità culturale, per mettere in rete i teatri cittadini, le biblioteche, i musei, i cinema ed i luoghi di della cultura operanti nella città;

3) Si era impegnato a creare una figura istituzionale (ad esempio un consigliere delegato) che promuova la trasparenza e la partecipazione e si era impegnato ad attivare immediatamente le Consulte Comunali per le associazioni, già previste da anni nello Statuto e mai attivate.

 

All’Adoc provinciale ora il compito di ricordare al Sindaco, e alla cittadinanza, che, almeno per gli impegni da lui sottoscritti, vi è massima attenzione e vigilanza.

“Diciamo così – sostiene il Presidente dell’associazione dei consumatori, l’avv. Alessandro Presicce -: dal giorno successivo a quello delle elezioni l’Adoc ha fatto partire un timer virtuale e ora si aspetta che il Sindaco sia conseguente con gli impegni presi e, a partire dalla delega sulla trasparenza e partecipazione, oltre che all’attivazione delle Consulte, avvii i processi necessari alla realizzazione di quanto concordato”.

Al momento, nessuno degli impegni presi è all’ordine del giorno del dibattito consiliare. Ma per l’Adoc le Consulte, le aree parcheggio a nord e sud della città, un nuovo parco per la città e un sistema integrato per i contenitori culturali sono esigenze prioritarie della collettività salentina e per i quali sia l’associazione che tutti i cittadini intendono monitorare con costanza verificandone la puntualità e la messa in opera.

 

 

 

A cura della sede provinciale Adoc

Bookmark and Share