L’Adoc Puglia è da anni fortemente impegnata nel combattere la violenza, e con questa iniziativa si pone i seguenti obiettivi:

  • Prevenire e contrastare il fenomeno della violenza sulle donne e fornire supporto ed assistenza alle donne che subiscono violenza;
  • Sensibilizzare le generazioni più giovani al fine far riconoscere loro e superare i condizionamenti e gli stereotipi sociali e culturali di genere;
  • Sensibilizzare il mondo maschile sul rispetto delle donne.

In occasione dello spettacolo teatrale “Rose Spezzate” tenutosi sabato 7 Maggio alle ore 20:00 presso la sala comunità

Sant’Antonio di Barletta. L’Adoc Puglia ha partecipato e intervenuto per sensibilizzare informare e cercare di prevenire atti ignobili contro le donne; con l’iniziativa “Io Non Alzo Le Mani” una campagna nazionale. “In Italia sono quasi 7 milioni le donne che hanno subito nel corso della propria vita una violenza fisica o sessuale, nel 2015 sono state 116 le vittime di femminicidio. In risposta a questa vera e propria barbarie l’Adoc ha deciso di lanciare l’iniziativa “Io non alzo le mani” – dichiara Serena Acconciaioco, volontaria del servizio civile dell’Adoc  Puglia– un progetto, finanziato dal Ministero del Lavoro e della Politiche Sociali, che punta sulla prevenzione, sensibilizzazione e attuazione di un servizio di assistenza a livello nazionale. Il titolo del progetto ha una duplice valenza: da un lato si vuole evidenziare la volontà delle vittime di non arrendersi alla violenze subite, di non alzare le mani in segno di resa; dall’altro intende mettere in risalto che non può e non deve esistere alcuna forma di violenza, che nessuno può e deve “alzare le mani”.

 

Bookmark and Share