E’ passata una sola settimana e il cellulare attivato dall’Adoc Puglia per assistere turisti, consumatori e cittadini durante il mese di agosto 2013 squilla in continuazione per i classici problemi quotidiani che si riscontrano in materia di telefonia, energia e gas.

In particolar modo a tutti i cittadini che hanno subito un black out di energia elettrica protrattosi per diverse ore (dalle 19.00 alle 24.00 circa il 26luglio 2013 ad Altamura) e per il quale l’Adoc continua a consigliare di richiedere il dovuto indennizzo per il disagio subito come stabilito dalle apposite delibere dell’Autorità dell’Energia Elettrica e il Gas.

Al 333 786 05 05 giungono anche le lamentele dei viaggiatori che accedono all’aeroporto di Bari con l’auto e per il quale, in caso di scambio di corsia, la società titolare dei parcheggi, l’Apcoa, richiede indennizzi astronomici che, in realtà non può chiedere per la sproporzione della sanzione rispetto all’euro e 20 della sosta.

Richieste di assistenza legale provengono inoltre da numerosi cittadini baresi che in questo periodo si accingono a partecipare a diversi concorsi-selezioni pubbliche e che sono stati illegittimamente esclusi dalle prove preselettive. In particolar modo ci viene riferito dei concorsi FAL e PON-POR Regione Puglia per le attività professionali quali pasticceri, cuochi, ecc. Coloro che si sono rivolti all’associazione dei consumatori pugliesi, stanno ottenendo la tutela dei propri diritti.

Sono due finora i casi più eclatanti capitati ad alcuni turisti. Il primo riguarda il caso di un viaggio di nozze interamente pagato e che una giovane coppia di sposi si vede annullare per l’inadempimento dell’agenzia che omette di provvedere al versamento del saldo. “Naturalmente – sostiene Aida Viti, il legale dell’Adoc Puglia che segue la vicenda - alla coppia di giovani sposi è saltata la crociera ma difficilmente perderanno i soldi versati”.

Altre due coppie baresi a Roma, invece, si sentono proporre una sistemazione in stanze interrate, senza finestre e con pareti ammuffite, in un Hotel a 4 stelle completamente diverse da quelle visionate sul sito internet dell’albergo e preventivamente prenotate. Ovvero, in questo caso ci troviamo di fronte ad un abuso di overbooking, ma non si comprende perché ai consumatori gli si vogliono affibbiare delle camere d’albergo che tali non possono essere considerate anche per una sola notte visto che l’albergo registrava il tutto esaurito. Da qui il rifiuto ad accettare una soluzione del genere. Ma non finisce qui in quanto la direzione dell’hotel in questione ha provveduto ad addebitare la penale sulla carta di credito dei malcapitati turisti per il mancato arrivo e quindi per il non utilizzo delle camere. “Ma questo è il colmo dei colmi”, dichiarano dalla sede dell’Adoc Puglia.

Per cui, il consiglio che rivolge l’associazione dei consumatori pugliesi è quello di usare la massima prudenza anche nel comunicare i dati della propria carta di credito per evitare di trovarsi addebiti illegittimi in conto!

Per il resto, l’Adoc spera di non raccogliere le solite sgradite sorprese stagionali dei ristoranti e dei bar i quali, durante il mese di agosto, pensano di equipararsi alle tariffe delle camere d’albergo mettendo in pratica i prezzi di bassa, media ed alta stagione per una bibita o per un pasto.

In ogni caso  il telefono mobile 333 786 05 05 dell’Adoc sarà attivo, per tutto il territorio nazionale, fino alla fine di agosto, tutti i giorni, dalle ore 10 alle ore 18 per dare ai turisti e ai cittadini informazioni e consigli utili a risolvere disagi e disavventure, o anche per commentare il prezzo della frutta o di altro genere nelle località estive.

 

Dip.to Stampa Adoc Puglia

 

Roberta Longo

Bookmark and Share