Con l’attivazione del servizio Adoc PRONTO INTERVENTO TURISTA, abbiamo accolto l’invito rivoltoci dall’Autorità Portuale di Brindisi per svolgere un sopralluogo tenutosi nel pomeriggio di ieri. Nel corso della verifica, delle criticità denunciate dai turisti e dai cittadini brindisini, di fatti sono state confermate preoccupazioni e problemi.

Per quanto riguarda Via Spalato, per esempio, oltre alla mancanza di zone d’ombra vi è una carenza di servizi igienici dettata, non solo dal mancato funzionamento delle docce nelle strutture comunali gestite dalla Multiservizi, ma anche dall’assenza totale registrata in quelli di proprietà dell’Autorità. Inoltre, l’orario di apertura “ufficiale” dei servizi non copre quello degli arrivi dei turisti in città e quello degli imbarchi, che potrebbe persino concludersi a notte inoltrata. L’orario di chiusura dei servizi igienici è fissato per le 20:00. Poi, sia per evidenziare la presenza di servizi che per informare degli orari di apertura e chiusura non vi è traccia di segnaletica ed informazioni; mentre, nonostante le rassicurazioni dell’autorità, questa mattina abbiamo constatato la totale chiusura dei loro servizi alle ore 10:30. Una situazione quindi insopportabile per una città ed un porto che vogliono aprirsi ai traffici turistici, le cui responsabilità investono anche l’amministrazione comunale non solo per la parziale inefficienza delle strutture messe a disposizione, ma anche per l’assenza della Polizia Municipale in zona.
Eppure, qualunque città si raggiunga, la prima figura che si incontra è proprio quella del Vigile Urbano per garantire informazioni, rispetto delle regole ma, soprattutto, accoglienza. Potremmo andare oltre rilevando come i punti di erogazione per l’acqua potabile, l’unico esistente, non è utilizzabile se non intervenendo sul contatore.
Per concludere, ci sono lunghi tratti di arterie che non sono dotate di cestini porta rifiuti, specie in prossimità di P.le Flacco così come documentato dalle foto pervenute in sede.
Le richieste da noi avanzate, nella maggior parte dei casi, non saranno soddisfatte visto il periodo, ma ci chiediamo se i termini “programmazione” e “fatti” sono sconosciuti sul nostro territorio per rispondere alle necessità dei cittadini e dei turisti in transito. Molte volte basta un non nulla per vanificare sforzi economici e grandi operazioni d’immagine.
 
Brindisi, 11 Agosto 2010
 
 
IL PRESIDENTE PROV.LE
        Zippo Giuseppe         
Bookmark and Share