Il termine stalking o sindrome delle “molestie assillanti”, designa tutte quelle forme di inseguimento molestie e persecuzioni insistenti continue e non sporadiche messe in atto da un individuo (definito stalker) nei confronti di un’altra persona (la vittima).
La persecuzione avviene solitamente o mediante reiterati tentativi di comunicazione verbale e scritta (quali per esempio telefonate e lettere anonime, sms, ed email, invio di fiori) o attraverso comportamenti volti a controllare la propria vittima ( quali per esempio pedinamenti, appostamenti, sorveglianza sotto casa, violazione di domicilio, minacce di violenza, aggressioni).
Solitamente questi comportamenti si protraggono per mesi o anni, il che mette in luce l’anormalità di questo genere di condotte.
La vittima a causa della sistematicità di tali azioni, percepisce  tali atti con fastidio e paura, risultando da essi profondamente turbata sia a livello psicologico che a livello di rapportarsi al mondo esterno.
Questo accade perché, per la persistenza e la frequenza delle azioni persecutorie, generano in chi le subisce insicurezza e ansia.
Lo stalking può nascere come complicazione di una qualsiasi relazione interpersonale qualsiasi può esserne la vittima.
Lo stalker è colui che insegue furtivamente la propria vittima in maniera persistente e assillante; può essere un estraneo, ma il più delle volte è un conoscente un collega o un ex partner che è spinto dal desiderio di recuperare il precedente rapporto o per vendicarsi di qualche torto subito. In altri casi ci si trova invece davanti a persone con problemi di interazioni sociale,che agiscono in questo modo con l’intento di stabilire una relazione sentimentale imponendo la propria presenza ed insistendo anche nei casi in cui si sia ricevuta una chiara risposta negativa.
I contesti in cui si manifesta riguardano  nel 55% circa la relazione di coppia, nel 25% circa il condominio, nello 0,5% circa la famiglia ( fratelli ,sorelle ,genitori) e nel 15% circa il posto di lavoro, scuola, università.
L’Associazione per la Difesa e l’Orientamento dei Consumatori intende dare un supporto a tutti coloro che ritengono di essere vittime di stalking attraverso la collaborazione di esperte psicologhe le quali utilizzeranno colloqui individuali di sostegno volti ad elaborare insieme alla vittima interventi e percorsi individuali  e  assistenza legale, solo su richiesta, da parte di avvocati esperti.
 
Bookmark and Share