L’Adoc di Brindisi esprime apprezzamento per l’immediata identificazione dei minori autori dell’atto di bullismo che ha visto come vittima una loro coetanea in Piazza Santa Teresa nel pomeriggio di Sabato e grande ammirazione nei confronti della sedicienne intervenuta in difesa della vittima.
L’ Adoc di Brindisi rimararca al tempo stesso la lotta contro il bullismo, un tema molto teorizzato, ma poco affrontato. Il bullismo innesca una serie di comportamenti dettati dalla prevaricazione e dalla sopraffazione, posti in essere da uno o più soggetti nei confronti di una persona individuata come bersaglio. Il pensiero dell’Adoc di Brindisi, come il nostro, va alla vittima e a tutti gli adolescente che subiscono tali atti con invitabili ripercussioni sullo stato delle relazioni sociali e sul benessere fisico. Non bisogna arrendersi ma continuare a sperera in un futuro migliore dove socializzare e stare insieme siano il giusto compromesso per vivere armoniosamente gli uni con gli altri.

Latest Posts from Adoc Puglia