Vacanze rovinate per migliaia di passeggeri a causa dell’avaria del traghetto Larks. Come ottenere il rimborso del biglietto e il risarcimento di tutte le spese sostenute

Come ottenere il rimborso del biglietto. Si ha diritto al rimborso del biglietto e anche di tutte le spese sostenute e del denaro perso a causa della cancellazione del traghetto. Oltre a un eventuale danno morale per il disagio subito quantificabile in duemilacinquecento euro.

Il codice europeo dei diritti dei consumatori (Regolamento Ue 1177 del 2010) stabilisce che: in caso di cancellazione di un trasporto marittimo, la compagnia deve provvedere all'alloggio fino a tre notti (ma 80 euro a notte a testa) e garantire la ricollocazione su un mezzo che parte successivamente. In alternativa gli utenti possono scegliere di ottenere il rimborso del biglietto che deve avvenire entro sette giorni, mediante bonifico bancario elettronico, versamento o assegno bancario.

Il risarcimento delle altre spese. Anche in presenza di rimborso o ricollocazione su mezzo successivo, rimane impregiudicato il diritto dei passeggeri di rivolgersi ai tribunali, secondo la legislazione nazionale, per ottenere risarcimenti connessi a perdite dovute a cancellazione o ritardo dei servizi di trasporto. Quindi, i passeggeri devono far leva sulla richiesta di risarcimento per le spese sostenute o dei soldi persi a causa della cancellazione. Prima di presentarsi davanti al giudice però, bisogna sporgere reclamo alla compagnia e la lettera, inviata per raccomandata con avviso di ricevimento, va indirizzata direttamente all’Egnatia Seaways. Attenzione però: se è stato acquistato un pacchetto turistico composto da alloggio e trasporto, il reclamo va inviato all’organizzatore del pacchetto e all’intermediario entro dieci giorni lavorativi dalla data di rientro nel luogo di partenza. Il testo dell’istanza deve contenere:

  • · le proprie generalità;
  • · gli estremi del biglietto (destinazione e data);
  • · i costi sostenuti;
  • · il danno non patrimoniale quantificabile in duemilacinquecento euro a passeggero

La lettera, oltre che in italiano, è preferibile tradurla in inglese. I tempi non sono brevi e l’invio della richiesta reclamo può avvenire fino a due mesi dal momento del viaggio cancellato e la compagnia dovrà rispondere entro un mese dell'avvenuta ricezione, comunicando se accetta il reclamo, lo rigetta o se è ancora in fase di valutazione. La risposta finale dovrà poi arrivare entro due mesi dalla ricezione del reclamo e solo a quel punto il viaggiatore può rivolgersi a un tribunale se non sarà soddisfatto.

Allo studio una class action. L’Adoc consiglia anche di inoltrare copia del reclamo alla sede di Brindisi e Lecce per procedere con azioni legali di carattere individuale e collettivo.

Per maggiori informazioni è possibile inviare una e-mail di contatto a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Bookmark and Share