Sarà presentato lunedì, 25 gennaio prossimo, alle ore 10:00, presso la sede dell’associazione a Bari, in corso A. De Gasperi n. 270, una nuova iniziativa che l’Adoc Puglia metterà a disposizione delle cittadine e dei cittadini che desiderano proteggersi dalle molestie. “L’Adoc, in ambito nazionale, è stata l’unica associazione dei consumatori interessatasi del reato di molestie insistenti, più propriamente tradotto con il termine stalking. Adesso – sostiene Giulia Procino, una dei legali dell’Adoc Puglia -, intendiamo contribuire ad una maggiore conoscenza e approfondimento del fenomeno, aprendo un apposito canale di riferimento che abbiamo denominato, in sigla, pass, punto di ascolto e sostegno allo stalking. Uno sportello curato da psicologhe che si dedicheranno al servizio e alle quali ci si potrà rivolgere gratuitamente per chiarimenti sul concetto di persecuzione, chiedere suggerimenti per assumere immediate contromisure; oltre a ricevere un supporto psicologico”.

Il servizio sarà attivo attraverso canali diretti garantendo, comunque, l’anonimato.
All’iniziativa, che ha ricevuto il consenso dell’Ufficio delle Consigliere di Parità della Regione Puglia, collabora il sindacato dei cittadini della Uil di Puglia e di Bari, insieme all’Unione Donne Pugliesi (UDP).
Alla conferenza stampa, oltre ai responsabili e ai promotori dell’Adoc, parteciperanno gli esponenti e i rappresentanti indicati qui sopra.
 
Roberta Longo
Ufficio Stampa Adoc Puglia
Bookmark and Share