In relazione alla chiusura delle indagini interne esperite dalla Società STP circa i comportamenti assunti da alcuni dipendenti nei confronti dell’utenza, l’Adoc di Brindisi ha scritto al Presidente della stessa società per esternare alcune considerazioni.

 

Intanto, l’associazione dei consumatori ritiene un eccesso la scelta di rendere noti i provvedimenti assunti nei confronti dei dipendenti interessati in quanto l’intendimento dell’utenza coinvolta negli episodi oggetto delle contestazioni non è stato certamente quello di segnalare disservizi al solo fine di vedere puniti i lavoratori, quanto, evitare che ciò si ripeta in futuro. Pertanto, sarebbe stata più opportuna una comunicazione con cui l’azienda si faceva carico delle responsabilità, a prescindere dalle procedure interne.

La sensazione, a giudizio dell’Adoc provinciale, è che la S.T.P. si sia estraniata dal problema frapponendo, tra essa e l’utenza, i dipendenti; viceversa, è una situazione che la riguarda direttamente,.

Un atteggiamento che potrebbe avere risvolti controproducenti nel momento in cui il cittadino, seppur leso nei propri diritti, desiste dal denunciare per timore di poter danneggiare il dipendente di turno.

Inoltre, l’Adoc di Brindisi non condivide il metodo suggerito per la segnalazione delle problematiche attraverso il contatto diretto con la direzione aziendale, tramite U.R.P. o il numero verde.

“Ci chiediamo – dichiara Giuseppe Zippo, Presidente provinciale -, in quanti sono a conoscenza dei propri diritti e se tale carenza non limiti le tutele. Pertanto, prima di invitare l’utenza ad effettuare segnalazioni riteniamo sia indispensabile un’informazione sui diritti dell’utenza”.

In quest’ottica si ricorda l’importanza della condivisione di una “carta dei servizi”  ed il coinvolgimento delle associazioni dei consumatori e dei cittadini per il monitoraggio dei livelli di qualità dei servizi offerti; previsto, tra l’altro, dalla legislazione vigente (comma 461 Legge 244/2007).

In conclusione, l’Adoc di Brindisi auspica la convocazione di una riunione al fine di poter predisporre strumenti utili ad ottimizzare il servizio rivolto all’utenza, oltre alla predisposizione di interventi che rendano più efficiente il trasporto pubblico agevolando il compito degli operatori.

 

A cura dell’Adoc di Brindisi

 

 

 

 

Bookmark and Share