La fine era stata annunciata e da venerdì scorso è una certezza: Dahlia Tv è fallita e migliaia di abbonati del canale che trasmetteva sul digitale terrestre non vedranno più le partite di calcio né i film.

Dopo mesi di instabilità, è ormai ufficiale: il 28/02/2011 alle 15.29 le trasmissioni di Dahlia TV sono state interrotte e, sul sito della società, si legge: "Dahlia TV ed il suo team sono spiacenti di comunicare che, nonostante tutto l'impegno profuso in questi mesi per offrire il miglior servizio e ricambiare la fiducia accordata dai propri clienti, si trovano costretti ad interrompere le trasmissioni".

Dahlia Tv deteneva i diritti, in esclusiva, per il digitale terrestre, per la trasmissione delle partite di Cagliari, Catania, Cesena, Chievo, Lecce, Parma, Sampdoria e Udinese, ma anche i diritti per la trasmissione degli incontri della Serie B. L’Adoc di Lecce ritiene che tutti gli abbonati debbano essere rimborsati in quanto è del tutto evidente che, come gli utenti abbiano pagato in anticipo per un servizio che non riceveranno più è altrettanto chiaro che gli stessi hanno diritto alla rimborso delle somme pagate. Quindi, l’Adoc consiglia, ai telespettatori abbonati, di interrompere subito i pagamenti e chiudere i rid aperti con Dahlia.

L’Adoc di Lecce, per venire incontro alle richieste di tutti i consumatori danneggiati e che hanno stipulato l’abbonamento, mette a disposizione il modulo per chiedere il rimborso degli importi pagati che dovrà essere inviato alla società per raccomandata a. r. Inoltre, nel caso in cui fosse stata acquistata una tessera ricaricabile con credito residuo è possibile richiedere la restituzione dell'importo caricato sulla tessera, sempre mediante invio di una raccomandata con ricevuta di ritorno, allegando la tessera e i dati di accredito.

Il fac simile del modulo necessario per chiedere il rimborso è disponibile sul sito www.adoc.org.



A cura dell’Adoc di Lecce

Bookmark and Share