Audizione IV Commissione Consiliare Permanente della Regione Puglia in relazione al disegno di legge: “Nuova disciplina dell’organizzazione turistica regionale. Norme riguardanti le attività di settore ed in materia di programmazione, promozione e sviluppo del sistema di offerta turistica”. Bari, 07 maggio 2009.

Osservazioni ed emendamenti Adoc Puglia
 

Art 1

Punto 2 AGGIUNGERE, dopo le parole “.... offerta turistica, al fine di contribuire alla valorizzazione del territorio e alla crescita ....” 

Art 2

lettera p) AGGIUNGERE, dopo le parole “…. aspetti gestionali connessi con il territorio.

Art 5

AGGIUNGERE, dopo il 2° comma un …. “3° capoverso che preveda, fin dallo stesso art, le penalità o sanzioni per il mancato adempimento dei compiti assegnati alla Provincia

Art 6

AGGIUNGERE, dopo il 2° comma un …. “3° capoverso che preveda, fin dallo stesso art, le penalità o sanzioni per il mancato adempimento dei compiti assegnati al Comune

Art 9

AGGIUNGERE, lettera e), quindi, prevedendo anche una “rete dei servizi provinciali di informazione turistica

SOSTITUIRE, alla lettera d) … delle Camere di Commercio con “UNIONCAMERE

Art 13

SOSTITUIRE, fin dal titolo .... “delle Camere di Commercio” con “UNIONCAMERE

Evidentemente, tutte le frasi che riportano la presenza delle Camere di Commercio vanno sostituite con UNIONCAMERE.

AGGIUNGERE, dopo il punto 2, un capoverso con il quale si impegna l’UnionCamere a sottoporre piani annuali al giudizio della Giunta Regionale. O, in aternativa, di presentarli al vaglio della costituenda ART.

Punto 3 AGGIUNGERE, dopo le parole “…. Regione, le associazioni…. dei consumatori, quelle di rappresentanza degli enti locali…. “

Punto 4 AGGIUNGERE, dopo le parole “…. In tale ambito, saranno favorite le intese bilaterali con le associazioni di rappresentanza delle categorie e dei consumatori. Così come non è esclusiva, né obbligatoria, (CANCELLARE quindi le parole “valenza prioritaria il lavoro delle”) rivolgersi alle commissioni arbitrali ….”

Art 14

punto 3 lettera b) AGGIUNGERE, dopo le parole “…. Enti locali e a tutela e assistenza dei turisti in evidente stato di permanenza sul territorio

Art 15

Punto 3 lettera c) AGGIUNGERE, dopo le parole “….rappresentanza categoriale e dei consumatori

Art 18

Punto 1 lettera c) CHIARIRE perché si concedono contributi non soggetti a rendicontazione, salvo diverse precisazioni stabilite dalle fonti di finanziamento per poi stabilire che permane l’obbligo del dettaglio delle spese.

Punto 2 SUGGERIMENTO/INSERIRE, dopo le parole “… a sostegno da parte della Regione Puglia, UNA DEFINIZIONE con la quale si prevede la “non concessione, la revoca o la restituzione del contributo o finanziamento nel caso non fosse realizzato l’intervento-progetto”.
 

Art 19

Punto 3 NON COMPRENDIAMO le parole “progetti speciali”. E’ sufficiente definire, come riportato nello stesso punto: “iniziative straordinarie”.

Punto 4

SUGGERIMENTO E’ preferibile che vengano stabiliti i tempi.

Art 20

SUGGERIMENTO E’ preferibile che vengano stabiliti i tempi.

Art 21

SUGGERIMENTO E’ preferibile stabilire come e in che tempi aggiornare “l’Albo degli eventi di rilevanza turistica regionale”. E se non è il caso di prevedere, tra le tradizioni, anche quelle “enogastronomiche”.

Art 22

Punto 2 lettera a)AGGIUNGERE, dopo le parole “…. gli interventi di identificazione, promozione e ….”

Nello stesso art 22 ci poniamo l’interrogativo del perché anche “l’Albo degli eventi” non sia stato compreso affinchè venga espresso un parere dal CRT

Art 23

Punto 1 lettera c) SOSTITUIRE “Camere di Commercio” con UNIONCAMERE.

Lettera f) Ci chiediamo perché sono presenti le Pro Loco (un centinaio) quando è posibile convocarli ogni qualvolta si deve assumere un parere rispetto alla loro attività e ruolo. Forse è più opportuna una rappresentanza degli IAT.
 

Art 24

Punto 2 SOSTITUIRE la parola “organizzazioni” con associazioni.

Art 25

Punto 1 Riteniamo sia vago nella definizione. E, comunque, chiediamo di CANCELLARE le parole “…, nonché promuove forme non giudiziali di soluzione delle controversie”.

Questo aspetto lo affrontiamo direttamente nella “carta del turista”.

Punto 2 Anche in questo caso pensiamo non è chiara la descrizione del capoverso. Infatti, non si intuisce se questa “carta” deve permettere sconti e agevolazioni insieme alla tutela e assistenza. Noi pensiamo si creerebbe confusione.

Pertanto, è opportuno che le attività previste siano distinte e ci sia una carta di favore/agevolazioni e l’altra per la tutela e l’assistenza. Entrambe a favore del turista.

Art 26

Punto 4 AGGIUNGERE, dopo le parole “… associazioni di categoria e dei consumatori”.

Grazie per l’attenzione.


 

 

Bookmark and Share