Il noleggio di un’auto è un’operazione che si effettua principalmente in vacanza, per lo più quando si va all’estero, o per motivi di lavoro. Per questo occorre prestare particolare attenzione ad alcuni aspetti della procedura, sia prima del ritiro che dopo, al fine di evitare brutte sorprese, soprattutto in termini economici. L’Adoc ha stilato un breve e utile vademecum che vi aiuteranno a scegliere al meglio al momento di noleggiare una vettura.

COSTI, ASSICURAZIONE, OPTIONAL

 

Comparare più offerte e prenotare con largo anticipo

Conviene sempre confrontare le varie tariffe presenti sul mercato, che variano principalmente in base alla compagnia, alla tipologia di auto (una monovolume o familiare avrà un costo maggiore rispetto ad una city car), alla zona di ritiro del mezzo, alla zona di riconsegna (il prezzo sale se il punto di riconsegna è diverso dal punto di ritiro), al periodo dell’anno e ai giorni della settimana.

Alcune compagnie privilegiano i noleggi di più giorni mentre altre praticano sconti durante i fine settimana.

Ricordate che quando si effettua un noleggio, viene subito bloccato sulla carta di credito un addebito molto più elevato del prezzo del noleggio stesso e spesso quel blocco può durare diversi giorni dopo la riconsegna della vettura. Ci sono paesi (USA, Canada) in cui non è possibile noleggiare con pagamento in contanti oppure il noleggio è molto più caro che usando la carta di credito.

Non sempre meno è meglio

Il prezzo più basso non necessariamente coincide con la soluzione migliore per il proprio noleggio, visto che un prezzo più alto di solito comprende maggiori servizi, che evitano al cliente spese aggiuntive molto più elevate. E’ quindi importante verificare che nel contratto d’affitto siano compresi il chilometraggio illimitato e le assicurazioni contro tutti i rischi: oltre alla responsabilità civile, anche il furto, l’incendio e i danni.

Assicurazione, cosa offre e quanto costa?

In base all’offerta prescelta, è possibile prenotare servizi assicurativi quali l’assicurazione di responsabilità civile obbligatoria, la protezione contro i furti e contro gli incidenti, l’estensione dell’assicurazione di responsabilità civile e assicurazione per incidenti alla persona. In base all’offerta potrebbe inoltre essere richiesta la corresponsione di una franchigia: il consiglio è scegliere sempre un’opzione che non la preveda. Verificate, inoltre, che nel contratto siano indicati con esattezza gli estremi della polizza assicurativa e delle clausole più importanti, nonché della copertura garantita e del massimale.

Ma quali sono le assicurazioni base in un noleggio auto? Sono principalmente tre:

 

  1. la CDW (collision damage waiver) ovvero la limitazione di responsabilità per danni al veicolo,
  2. la TPI (third party insurance) ovvero la copertura contro terzi, contro i danni che si potrebbero causare a terze parti.
  3. la TW (theft waiver) ovvero la copertura contro il furto del veicolo.

 

Al momento della stipula è normalmente possibile acquistare ulteriori coperture assicurative. E’ anche possibile dotarsi di assicurazione personale, che copre i danni ai passeggeri ed al guidatore. Prima di sottoscrivere tale polizza tuttavia, è bene essere certi di non possedere altri tipi di assicurazioni personali. È bene sottolineare che le assicurazioni base non coprono i danni agli oggetti.

Bisogna poi porre particolare attenzioni ai limiti di franchigia e massimale. La franchigia (è quell’importo che, in caso di incidente, rimane a carico del guidatore e non viene coperto dall’assicurazione. Per esempio, se la franchigia è di 500 euro e si verifica un incidente con danni del valore di 1.000 euro, il cliente paga 500 euro e l’assicurazione della macchina copre il valore restante. Il valore della franchigia può chiaramente variare in base alla destinazione (paese o città in cui si ritira l’auto) e alla categoria del veicolo. Le società di noleggio auto offrono, di solito, assicurazioni che azzerano o riducono il valore della franchigia. Queste assicurazioni sono ovviamente opzionali e spetta unicamente al cliente decidere se vuole o no acquistare questa copertura extra.

Il massimale invece è l’ammontare massimo che l’assicurazione è disposta a pagare, sempre in caso di sinistro. È bene controllare sempre sul contratto l’importo del massimale, dato che in alcuni paesi l’ammontare dell’assicurazione è piuttosto basso (es. Stati Unit). In questi casi potrebbe valere la pena sottoscrivere un’assicurazione aggiuntiva contro i danni supplementari, chiamata excess liability insurance.

Limite di età

Possono variare anche le condizioni relative all’annullamento della prenotazione e particolare attenzione occorre prestare al limite minimo di età: per alcune compagnie è di 25 anni mentre per altre è di 21. Va inoltre considerato che le auto di grandi dimensioni potrebbero avere limiti di età più elevati. Possibili restrizioni anche per gli “over”, con sovrapprezzi per chi ha più di 65 anni.

Inoltre va ricordato che quasi tutte le compagnie richiedono che il titolare della carta di credito utilizzata a garanzia della prenotazione coincida con chi ritirerà il veicolo e lo guiderà.

Chilometraggio, illimitato?

Le tariffe delle maggior parte delle compagnie di noleggio sono fissate indipendentemente dai chilometri che si percorreranno con la vettura. Altre compagnie, invece, fanno pagare degli extra in base a quanti chilometri sono stati effettivamente percorsi. In questo caso, alla riconsegna della vettura pagherete per ogni chilometro eccedente il tetto massimo previsto. E’ quindi bene prestare attenzione nel contratto alla presenza di questa clausola.

Orari, attenzione alle “24 ore”

Un giorno di noleggio è calcolato su intervalli di 24 ore e spesso è previsto un bonus di 30 minuti. Un eventuale ritardo potrebbe costarvi particolarmente caro, pari ad un giorno in più di affitto dato che il “tassametro” scatta alle 24 ore successive. Tuttavia, per la maggior parte delle aziende di autonoleggio, la tariffa per il weekend è valida dalle ore 12 del venerdì alle 9 del lunedì mattina.

Vi consigliamo di porre estrema attenzione nel caso si riconsegnino le auto durante l’orario di chiusura dell’agenzia o dell’ufficio preposto a ricevere i veicoli: a meno che non sia diversamente previsto il periodo in cui si è intestatari del noleggio non termina alla riconsegna fisica delle chiavi ma alla riapertura dell’ufficio.

Optional, e il prezzo sale alle stelle

A seconda della compagnia possono subentrare dei costi aggiuntivi per extra quali il seggiolino per bambini, possibilità di includere un secondo conducente, il noleggio del navigatore, il wi-fi, gli pneumatici invernali. Tra i costi extra ci sono anche la sovrattassa per giovane conducente, per i viaggi oltre confine, per i viaggi solo andata e riconsegna in un ufficio diverso da quello in cui si è ritirata la vettura. I prezzi per tali extra possono variare considerevolmente a seconda del fornitore: il consiglio è quello di verificare ogni voce prima di procedere al noleggio. Inoltre, noleggiare l’auto in aeroporto o presso la stazione ferroviaria può costare dal 5 al 20% in più.

Costi medi extra:

 

  • Seggiolino bambini: 25 euro al giorno
  • Secondo conducente: 10 euro al giorno
  • Navigatore: 20 euro al giorno
  • Wi-Fi a bordo: 15 euro al giorno
  • Pneumatica invernali: 25 euro al giorno
  • Giovane conducente: 20 euro al giorno
  • Tassa “One Way” (punto riconsegna diverso da ritiro): 80 euro
  • Tassa “Cross Border” (viaggi oltre confine): 250 euro

 

AL MOMENTO DEL RITIRO

Verificate attentamente che nel contratto di noleggio l’auto siano presenti l’esatta indicazione della targa, il modello, la marca, il colore, lo stato di manutenzione e la specificazione dell’uso cui l’autovettura è destinata. Verificate anche che siano indicati con esattezza gli estremi della polizza  assicurativa e delle clausole più importanti del contratto relativo, nonché della copertura garantita e del massimale.

Controllare l’auto al momento della consegna, comunicando all’agenzia di noleggio anche il minimo danno: alla riconsegna, qualsiasi piccolo segno in più viene addebitato su carta di credito.

IN VIAGGIO

Incidenti

In caso di incidente chi noleggia l’autovettura deve denunciare l’accaduto all’autorità competente ed al locatore; lo stesso in caso di furto, che deve essere denunciato anche alle Forze dell’Ordine. Per risarcimento danni, consultate il contratto di noleggio e tutte le indicazioni sulle assicurazioni, franchigia e massimali.

Multe e contravvenzioni

Il pagamento della multa spetta al responsabile dell’infrazione. Se la contravvenzione riguarda però il veicolo (es. mancanza della carta di circolazione, revisione scaduta, ecc) le responsabilità potrebbero essere imputate alla società di noleggio. E’ importante, pertanto, leggere bene le clausole contrattuali.

Attenzione alla guida

Andando all’estero, siete sicuri che il codice della strada sia esattamente lo stesso? E’ meglio quindi consultare gli articoli principali dell’ordinamento del paese scelto come meta. Tali risorse sono disponibili online in forma semplificata e, assieme all’attenzione alla guida, sono indispensabili per evitare brutte sorprese e multe. Attenzione quindi alle regole di guida del paese nel quale andrete: la guida a sinistra nei paesi anglosassoni o africani; la svolta continua a destra anche in caso di semaforo rosso, i divieti di sosta vicino agli idranti, i limiti di velocità, l’uso dei fari ecc.

Verificare la propria patente

La patente italiana vale in tutti i paesi UE, in Turchia e Algeria, mentre è opportuno richiedere all’Ufficio Consolare del Paese, ove il cittadino intende recarsi, se è necessaria la “Patente Internazionale di Guida” (in alcuni Paesi è sufficiente una traduzione della patente di guida italiana) e quale sia il tipo di modello riconosciuto nello Stato dove si deve recare.

Stati Uniti, Thailandia e Giappone: bisogna portare con sé la patente italiana e quella internazionale, giacché la seconda non vale senza la prima: il noleggiatore potrebbe rifiutare la consegna dell’autovettura, le assicurazioni potrebbero non pagare i danni e le autorità di Polizia potrebbero fare problemi.

AL MOMENTO DELLA RICONSEGNA

Carburante, come funziona il pieno?

Al momento del ritiro di solito il serbatoio della vettura è pieno e così dovrà essere al momento della riconsegna. L’eventuale differenza di carburante vi sarà addebitata dal fornitore e non riceverete alcun rimborso per il carburante rimasto nel serbatoio. Altre volte, il serbatoio è consegnato vuoto (solo i litri necessari per raggiungere il distributore) e va riconsegnato vuoto: in generale, è molto difficile calcolare perfettamente i consumi e non “regalare” a fine affitto qualche litro di benzina. In certi casi – specialmente all’estero – il veicolo è consegnato con serbatoio pieno e va riconsegnato vuoto. Tuttavia eventuali quantità di carburante presenti nel serbatoio alla riconsegna non saranno rimborsate.

Conservare sempre i documenti del noleggio e tutte le ricevute, soprattutto quella che sarà consegnata a noleggio concluso. Questo per evitare eventuali dispute, che si possono verificare a posteriori sulle condizioni del veicolo al momento della riconsegna.

Controllate insieme al noleggiatore gli eventuali danni, ammaccamenti, graffi subiti o che erano già presenti sull’auto al momento del ritiro.

Bookmark and Share